Un Modo Facile e Sicuro per Rendere l’Inglese Divertente

Migliorare il tuo inglese è una cosa accessibile a tutti con un po’ di buona volontà ed impegno, ma la cosa più bella è cheinglesedivertenteroma può essere anche divertente e, anzi, forse uno dei segreti è proprio questo: riuscire a rendere l’inglese divertente. Per esempio, anche per le persone che non devono necessariamente scrivere in inglese per lavoro o per qualsiasi altro motivo, scrivere può essere un buon modo per imparare il vocabolario.

Perché? Perché in questo modo sei costretto a pensare a come descrivere la tua vita e i tuoi  interessi e a pensare così al modo di smettere di fare errori grammaticali. Ma c’è un problema, mi dirai, il problema è che la maggior parte delle persone non sanno che cosa scrivere. E allora cme fare? Beh, un modo abbastanza tradizionale per scrivere ogni giorno o almeno frequentemente in inglese è quello di scrivere una sorta diario (journal), e il modo sicuramente più attuale per farlo oggi, è quello di aprire un blog. Esistono tante piattaforme per fare questo, vedi http://www.blogger.com oppure http://it.wordpress.com, che puoi adottare in modo assolutamente gratuito. Si, ma quali argomenti trattare? Beh, ancora una volta, devo dirti che questo non ha molta importanza. Gli argomenti più popolari e tipici possono essere per esempio semplicemente la tua esperienza di apprendimento linguistico, oppure la tua esperienza all’estero per motivi di studio o quella nella tua zona, la lingua in generale o la traduzione delle ultime news del tuo paese in lingua inglese. Prova semplicemente ad aprire un nuovo post e a descrivere il tuo ultimo viaggio o una tua esperienza di successo, ma prova a farlo in inglese stavolta…aggiungi una foto del paesaggio o che sia in grado di descrivere semplicemente l’esperienza…e il gioco è fatto! …E tu? Quale esperienza descriveresti? (lascia un commento)

Tagged As: , , ,

One Response to “Un Modo Facile e Sicuro per Rendere l’Inglese Divertente”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *